progetto 1

Nuova scuola media Carducci - Purgotti

Ricostruzione - La nuova scuola media Carducci-Purgotti, oltre ad accogliere le funzioni didattiche dimensionate per 300 studenti, intende rafforzare il suo ruolo urbano di centro nevralgico nel quartiere. L’intervento in corso è di radicale cambiamento rispetto l’antecedente plesso scolastico demolito in seguito agli evnti sismici del 2016, tenuto conto delle richieste caratteristiche costruttive, di sicurezza e di uso e sarà in grado di migliorare la qualità del servizio educativo, con una più adeguata distribuzione degli spazi interni ed esterni a servizio del plesso scolastico.

Grazie alle migliori e più efficaci metodologie di costruzione di edifici ad uso scolastico ed educativo, l’intero plesso sarà realizzato con tecnologia a secco, mediante l’impiego di strutture in acciaio e calcestruzzo prefabbricato. Un sistema che minimizza l’uso dei materiali e consente, non solo un elevato risparmio energetico, ma permette di realizzare l'opera in meno tempo. Il tutto nel rispetto della vigente disciplina di settore in materia di edilizia scolastica, con particolare riferimento alla normativa sismica, in materia di risparmio energetico, di sicurezza antincendio e alla disciplina delle Norme Tecniche per la costruzione di edifici di classe di uso IV (massima resistenza in caso di sisma).

La realizzazione, inoltre, garantirà un edificio conforme alle norme vigenti in tema di superamento delle barriere architettoniche,(rampe di accesso e percorsi interni ed esterni percorribili da chiunque), in materia di condizioni igienico-sanitarie e grazie alle moderne tecnologie di realizzazione garantirà il pieno rispetto della normativa energetica rientrando nella Classe Energetica A2. Sono presenti, inoltre, vasche di raccolta delle acque piovane e pannelli solari per produzione energia elettrica. La terrazza ‘verde’ (copertura della palestra) completa il sistema ambientale con “orti urbani” integrati nella volumetria architettonica. In tal modo si è cercata nella concezione dell’edificio lo strumento educativo fondamentale finalizzato allo sviluppo delle competenze sia tecniche che sensoriali. L’inserimento del complesso scolastico nel contesto urbano è stato pensato e progettato con la massima attenzione a migliorare:

  • la riconnessione urbana e la presenza di spazi verdi fruibili;
  • la relazione con l’ambiente naturale, il paesaggio e il contesto di riferimento anche in funzione didattica;
  • l’apertura della scuola al territorio (perché la scuola deve diventare un luogo di riferimento per la comunità);
  • la permeabilità e la flessibilità degli spazi e l’attrattività degli spazi al fine di contrastare la dispersione scolastica;
  • la concezione e l’ideazione degli spazi nell’ottica del benessere individuale e della socialità.

I dati caratteristici prevedono la realizzazione di 12 aule da 25 alunni (per un totale di 300); 8 laboratori didattici (per l'insegnamento specializzato nelle attività scientifiche, tecniche, artistiche e musicali); 2 aule per le attività didattiche di sostegno; 1 aula per riunione professori; 1 sala riunioni; 2 uffici per la gestione didattica più sala di aspetto; 1 reception (personale ATA) e n. 2 punti di controllo (personale ATA); 1 sala lettura (biblioteca); 6 blocchi bagni studenti (ogni blocco prevede n. 2 bagni uomini + n. 2 bagni donne con antibagno + n.1 bagno per diversamente abile); 3 blocchi servizi per insegnanti; 1 spogliatoio per insegnanti; 1 locale lavanderia;  2 depositi/ archivi; 1 palestra di categoria A1; 2 spogliatoi per studenti; 1 spogliatoio insegnanti di motoria; 1 locale per visite mediche; 2 depositi per attrezzi palestra; 1 locale tecnico unità trattamento aria per la palestra; 1 locale tecnico in copertura (scoperto); 1 tetto verde (sopra palestra) utilizzabile come ulteriore laboratorio didattico per la gestione del verde urbano; 2 ascensori di dimensione adeguata per i diversamente abili; 2 corpi scala, di cui uno esterna di emergenza per la sicurezza antincendio; una pensilina esterna per la protezione da agenti atmosferici della scala di acceso alla palestra; 5 posti auto standard e n. 1 posto auto per diversamente abile; 1 rastrelliera per biciclette.

 

Scheda Tecnica

Ufficio Incaricato Ufficio speciale Ricostruzione Umbria
Responsabile del procedimento Ing. Fabio Strinati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio speciale Ricostruzione Umbria
Direttore dei lavori Ing. Andrea Castellini
Importo Lavori 5.507.213,50 €
Data Inizio Lavori 19 novembre 2018
Data Fine Lavori 15 maggio 2019