Mercato coperto
Mercato coperto
Render
Mercato coperto
Mercato coperto
esterno
interno

Mercato Coperto

Il Mercato Coperto fu realizzato tra il 1930 e 1932, progetto dell’Ingegnere capo del Comune di Perugia Giuseppe Grossi, Podestà Giovanni Buitoni, con l’obiettivo di liberare la medievale Piazza del Sopramuro (oggi Piazza Matteotti) dalla funzione mercatale per la quale era stata originariamente realizzata e così utilizzata e vissuta nei sette secoli precedenti. La nuova struttura del Mercato che, di fatto, ampliava la piazza oltre le mura medievali, è stata centrale per decenni di vita cittadina, sino a quando è divenuto necessario riconsiderare e riqualificare la sua funzione, procedendo innanzitutto al suo recupero strutturale, con l’obiettivo di riportarlo alla sua originaria architettura. Sotto viene allegato il pdf della Relazione Generale del progetto esecutivo messo a gara, luglio 2015, che spiega bene quali lavori sono stati appaltati ed attualmente in via di ultimazione.  

L’intervento riguarda la rifunzionalizzazione dell’edificio Mercato Coperto nella moderna declinazione di “Hub agroalimentare”. In data 11.5.2016 si è provveduto a stipulare il contratto d'appalto con l'aggiudicatario RTI "De Biase Costruzioni S.r.l. - C.L.C. & C. S.r.l.". Il successivo 16.5.2016 sono stati consegnati i relativi lavori. Nel loro corso si è reso necessario approvare 2 perizie di variante, a seguito delle quali l’obiettivo è di concluderli non oltre il primo semestre del 2019. Un progetto innovativo che guarda ad un modello ibrido a metà strada tra spesa e ristorazione, così come già in molte città europee. E’ attualmente in pubblicazione il bando per l’individuazione del gestore, il quale provvederà agli ulteriori interventi per impianti e rifiniture necessarie, in linea con il miglior progetto funzionale che si aggiudicherà la gara.

La struttura si articola su quattro piani e conta 2.500 metri quadrati complessivi. I primi due sono occupati dal parcheggio gestito da Sipa, mentre i lavori in corso interessano gli altri due. All’ultimo piano, la copertura a ferro di cavallo viene ammodernata, ai lati saranno poste delle vetrate e sarà riaperto il lucernaio centrale di 500 metri quadrati. In mille metri quadri saranno ricollocati i 3 banchi dedicati all’alimentare che dovranno diventare 6 o 9, in grado di garantire un'offerta nuova e più ampia. Banchi da gestire anche secondo la logica dell’alternanza, pensando magari a giorni da dedicare a specifiche associazioni o iniziative. Il gestore scelto con il bando si occuperà invece dei 1.500 metri quadrati sottostanti, 500 dei quali riguarderanno la sala coperta e illuminata dal lucernaio. Ci saranno spazi dedicati a vendita dei prodotti regionali, alla ristorazione e a eventi come lezioni di cucina e degustazioni. In questo modo, almeno secondo gli obiettivi, si allungherà il normale orario di funzionamento del mercato, trasformato in un nuovo polo commerciale e di aggregazione culturale, sociale, turistica e ludica. Un luogo che dovrà contemperare in modo equilibrato aree dedicate ai prodotti, con grande prevalenza per quelle tipici, per le filiere corte, per la cultura e per gli eventi, con uno spazio dedicato anche all’informazione per i turisti.

In fondo a questa scheda viene allegato anche un video realizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, per questo ed altri tre cantieri che ha contribuito a finanziare.

Scheda Tecnica

Ufficio Incaricato U.O.Engineering, Beni culturali e Sicurezza sul lavoro
Responsabile del procedimento Ing. Franco Becchetti
Direttore dei lavori Ing. Marco Eugeni
Importo Lavori 5.750.000,00 €
Impresa Incaricata A.T.I. - De Biase costruzioni S.r.l. - Vietri (PZ) e CLC & C. S.r.l. - Palestrina (RM)
Data Inizio Lavori 11 maggio 2016
Data Fine Lavori 01 maggio 2019

Riferimenti